Blog 10 Watt Location Milano
Il profilo instagram perfetto per il tuo business

INSTAGRAM: IL PROFILO PERFETTO PER IL TUO BUSINESS

Essere presenti sui social media è da considerarsi quasi un “obbligo” per rimanere al passo con le ultime tendenze del mercato, ma anche e soprattutto per affermare la propria presenza anche nel mondo digitale. Paradossalmente la presenza online avvalora e rafforza la stessa esistenza offline, in particolar modo per attività commerciali e aziende. Chi non ha mai cercato su Instagram un brand prima ancora di visitare il sito web?

Durante il lockdown mondiale a causa dell’emergenza Coronavirus, i social media hanno avuto un ruolo fondamentale nel permettere alle persone di rimanere in contatto con amici, parenti, ma anche con brand e istituzioni. In questo articolo intendiamo soffermarci proprio su quelle che potrebbero essere tecniche, suggerimenti e piccoli trucchi per dare uno sprint al proprio account Instagram – aziendale o personale che sia – in vista della ripartenza.

Quasi il 13% della popolazione mondiale possiede un account Instagram e l’80% di questi segue account di brand e aziende; inoltre se consideriamo che secondo una ricerca effettuata da Forrester, l’engagement su Instagram (misurato in quantità di like, commenti e condivisioni) è superiore 10 volte rispetto a quello Facebook, 54 volte rispetto a Pinterest, 41 volte rispetto a LinkedIn e ben 84 volte rispetto a Twitter, perché quindi non capire un po’ meglio come sfruttarlo nel migliore dei modi?

Creare una galleria fotografica emozionale

A differenza di Facebook, Instagram è un social che punta maggiormente sull’immagine e la capacità di trasmettere emozioni tramite la fotografia, quindi il primo passo da affrontare quando si intende avviare il proprio profilo è quello di iniziare a strutturare una galleria, o “feed” come definita dagli stessi igers, che rispecchi uno stile personale e riconoscibile.

Orari di pubblicazione

Nonostante sia un argomento di discussione frequente quando si parla di Instagram, NON esiste un orario o giorno della settimana perfetto per “postare” e che sia universalmente valido per tutti i profili. Proprio per questo è importante tenere sotto controllo la schermata “Insight” all’interno delle impostazioni del proprio account, in modo da valutare in quali giorni e orari i nostri follower sono più attivi.

#Hashtag e Tag

Ormai siamo sommersi da queste etichette digitali che fungono da aggregatori tematici, ma qual è il modo migliore di utilizzarle? Per lavorare efficacemente con gli hashtag l’ideale sarebbe riuscire a scalare la vetta dei nostri concorrenti raggiungendo le prime 9 posizioni tra i post più popolari. Come spiegato in uno dei tanti articoli dell’esperto di Digital Marketing Dario Vignali, il segreto per scegliere gli hashtag più giusti è quello di selezionarne:

• 10 piccoli (volume compreso tra gli 0 e i 999.000 post)
• 10 medi (volume compreso tra 1 e 5 milioni di post)
• 10 grandi (volume dai 5 milioni di post in su)

è possibile effettuare questa ricerca sia tramite la sezione “cerca” su Instagram sia tramite l’utilizzo di app terze come, Leetags o inTags che partendo da parole chiave da noi inserite ci propongono una serie di hashtag suddivisi proprio per grado di popolarità. Altro consiglio sempre valido è quello di “spiare” i nostri competitor di maggior successo per scovare alcuni hashtag interessanti. Inoltre, in base al target che si intende raggiungere è fondamentale decidere se scegliere hashtag in lingua italiana o straniera.

Applicazioni per scegliere hashtag instagram

Oltre agli hashtag, un’altra funzione che può sicuramente aumentare la visibilità dei nostri post è quella dei “Tag”. In questo caso non si tratta di etichette tematiche ma di altri utenti presenti sulla piattaforma che potrebbero essere interessati ai nostri contenuti o con cui abbiamo collaborato. Quindi, perché non taggarli sul nostro post? Questo ci permetterà di esporre la nostra foto e il nostro profilo ad un pubblico ancora più vasto, soprattutto se gli utenti da noi taggati decideranno di “re-postare”.

Account Instagram 10 Watt Location Milano

Instagram Stories

Le instagram Stories sono una tecnica molto efficacie per consolidare la connessione con i propri follower. A differenza di un post tradizionale sul profilo, tramite una story è possibile mostrare il lato più spontaneo ed immediato di sè stessi e della propria attività. Non più un momento bloccato nel tempo, ma “una storia” in grado di creare una connessione emotiva con il proprio pubblico che diventa quindi spettatore attivo e partecipe dei nostri contenuti, ma soprattutto un utente fidelizzato.

Le stories inoltre hanno una durata di 24 ore e questo conferisce una maggiore libertà di espressione e spontaneità, con la possibilità di mostrare il lato umano anche del brand più serioso. Il nostro consiglio è quindi quello di “divertirsi” e “giocare” con le stories, mettersi in gioco e incentivare i propri follower all’interazione tramite sondaggi, domande e contest. Inoltre applicazioni come StoryLab, Unfold, Story Maker o Story Chic permettono di realizzare layout grafici divertenti ed insoliti per arricchire con originalità le proprie stories, creando così un’esperienza personalizzata e memorabile all’interno del nostro spazio virtuale.

E dopo le 24 ore che succede? Il contenuto non sarà più visibile e dovremo rimettere il moto la nostra creatività per stupire i nostri follower, ma possiamo sempre decidere di salvare le stories più significative tra gli Highlights (chiamate anche storie in evidenza), creando dei veri e propri contenuti “on demand” sempre accessibili a chiunque visiti il nostro profilo.

Filtri con Realtà Aumentata

Lo scorso anno Instagram ha permesso ai suoi utenti di creare filtri AR personalizzati tramite il software gratuito Spark AR Studio. Nonostante sia ancora popolare principalmente tra gli utenti più giovani, anche molti marchi stanno iniziando a creare e pubblicare i propri filtri AR: come il brand di cosmetici NARS che tramite l’utilizzo dei filtri AR consente di provare virtualmente diverse tonalità di rossetto. Come azienda, sarebbe utile quindi provare a creare filtri personalizzati che consentano ai propri follower di sperimentare un prodotto o pubblicare stories creative con l’aggiunta di effetti video per migliorare colori, saturazione o aggiungere una texture.

creare filtri personalizzati per instagram stories

Copywriting e CTA

In un social come Instagram immagini e video rappresentano senza dubbio il mezzo fondamentale con cui arrivare ai propri follower, ma per ottimizzare al meglio i propri contenuti non bisogna tralasciare nessun mezzo a nostra disposizione. Quindi perché non sfruttare anche il box di testo al di sotto delle nostre foto per scrivere una caption accattivante e distintiva? Bastano anche poche righe purché in grado di riuscire ad attirare l’attenzione del nostro pubblico e aumentare la loro permanenza sul nostro profilo, magari ponendo loro una domanda o mettendoli davanti ad una scelta che li spinga ad interagire con il nostro post aumentando così l’engagement.

Inserire una call to action tramite il link presente nella bio inoltre è un modo immediato per indirizzare i nostri follower ad una landing page specifica, magari con le nostre ultime offerte e novità o anche il nostro ultimo articolo sul blog aziendale. Molto importante è infatti fornire tutti i dati possibili per permettere ai nostri follower di contattarci, proprio in riferimento a questo una bio ben strutturata con un breve testo descrittivo e contatti rendono Instagram una vetrina perfetta per la nostra azienda.

Favorire l’Engagement

Una tecnica che avrà sicuramente un grande impatto sul rendimento del nostro account è l’interazione! Monitorare e rispondere sempre ai commenti è sicuramente una delle prime attenzioni che dobbiamo avere nei confronti degli utenti che seguono il nostro profilo, ma sia i like che i commenti sono il mezzo con cui un utente potrebbe evolversi in cliente e fidelizzarsi, per questo motivo è importante ritagliarsi del tempo per commentare e lasciare un piace sui profili di persone che potrebbero essere interessate al nostro brand o attività: anche in questo caso spiamo un po’ i nostri competitor!

Una tecnica questa che ci aiuta anche ad aumentare i nostri follower. Ogni 100 likes lasciati a nuovi profili è possibile infatti ottenere fino a 10 nuovi follower. Perché non essere un po’ generosi quindi? Nessun braccino corto con like e commenti, ma non esagerate altrimenti Instagram provvederà ad ammonirvi per qualche ora o un paio di giorni.

Qualità dei contenuti, analisi di target e competitor, creatività e interazione, queste le parole chiave con cui potremmo riassumere i nostri consigli per una migliore e soddisfacente presenza su Instagram, nonostante testare nuovi contenuti e strategie rimanga comunque il metodo migliore per diventare dei bravi Instagrammers.

Quindi cosa state aspettando, pronti a “postare”?