Blog 10 Watt Location Milano
Come creare un Moodboard - 10 Watt Location Milano

CREARE UN MOODBOARD CREATIVO:
NULLA È VIETATO…È VIETATO VIETARE!

Come creare un moodboard e far fluire la tua creatività

Se sei affascinato dal design, è prevedibile che tu sia sempre alla ricerca di ispirazione, di idee geniali ai quali guardare, il che, ti rende il candidato perfetto per comporre un mood board. In questo lavoro, uno degli obiettivi principali è quello di trasferire un’idea, un concetto o una emozione in quello che si sta realizzando.

Che cos’è un mood board?

Un moodboard (dall’inglese mood “umore” e board “tavola”) è un luogo (fisico o digitale) dove raccogliere idee che esprimono delle suggestioni, dei valori;  consiste solitamente in una serie di immagini, disegni, illustrazioni, tipografie, pattern, texture, colori uniti in armonia tra di loro come in un collage, tutto questo serve al designer per mostrare in un formato visivo un progetto e i concept ad esso correlati. Una rappresentazione visiva è spesso più forte di mille parole scritte, a volte è davvero difficile descrivere il giusto stato d’animo quando si hanno a disposizione soltanto parole, ecco perché i vari designer hanno iniziato a utilizzare le moodboard o inspiration board.

I mood board vengono utilizzati in diversi campi del design: nell’interior design per mostrare che tipo di atmosfera creerà il nuovo arredamento; nella pubblicità per mostrare a cliente la visione del nostro concept creativo e far assaporare anche a lui, le sensazioni ad esso legate o ancora nel campo della moda con immagini, schizzi e ritagli di tessuto, per fornire un’idea delle sensazioni che evocherà il prodotto e mostrare a cosa si ispira. L’utilizzo di un mood board nel web design può essere utile per fissare l’estetica del sito web: forme, texture, pattern, colori, tipografia e tutti gli elementi che permetteranno di  definire stile e specifiche del progetto.

Creare moodboard creativo per eventi a milano

Perché usare e chi lo usa un mood board?

Il momento migliore per fare un mood board è nelle prime fasi del progetto, quando lo stile del design non è ancora definito. Dedicarsi alla creazione di un mood board per un prodotto che ha già un suo stile, sarebbe inutile e creerebbe confusione, a meno che non si sta pensando a un restyling. Avviare un processo di progettazione con una mood board è una buona idea per svariati motivi:

A:  mettere insieme le idee prima di iniziare a progettare può semplificare il processo di progettazione e ridurre il tempo che passi a fissare uno schermo vuoto. Può anche potenzialmente salvarti facendoti risparmiare tempo, ottenendo il consenso del cliente – a nessuno piace lavorare su un progetto solo per vederlo rifiutare da un cliente. Creare un mood board ci aiuta ad esaminare che tutti gli elementi siano connessi tra di loro e a rimuovere quello che risulta di troppo.


B:
la creazione di un mood board da presentare aiuta il cliente a capire un’idea di come sarà il prodotto finito e consente a tutti i soggetti coinvolti di concordare una direzione univoca. Aiuta anche a evitare equivoci che potrebbero derivare dal tentativo di descrivere verbalmente un concetto di design. Due persone possono dire la stessa cosa, ma usando termini diversi si creano equivoci, quindi una rappresentazione visiva può aiutare tutti a raggiungere lo stesso obiettivo risolvendo potenziali problemi prima che diventino più grandi, risparmiando frustrazione, tempo e denaro. Inoltre, il coinvolgimento del cliente nel processo di creazione, includendo alcune sue preferenze personali, lo aiuterebbe a sentirsi partecipe del progetto e a confidare nel tuo sapere perché è stato messo al centro del progetto.

Il mood board serve ai designer e a tutte le persone creative per presentare in un formato visivo un progetto e i concept ad esso collegato e a concepire idee per progetti non ancora definiti. Nella loro forma finita si completano a elaborati propedeutici per generare l’effetto desiderato.

Come creare un mood board?

Creare un moodboard è molto semplice. Non ci sono tecniche particolari. Ritagli di giornale o ricerche su Google possono aiutare nel trovare immagini che stimolano idee e ispirano nella creazione del moodboard perfettodagli imballaggi per alimenti ben progettati mentre vaghi nei corridoi delle drogherie della tua città all’ identificare i caratteri utilizzati nelle pubblicità o in quella dei negozi. Guardi tutto, osservi tutto e prendi tutto… Sei tentato di acquistare biglietti di auguri solo perché hanno un design o un’illustrazione davvero incredibili o ancora i diversi magneti in giro per il mondo… Tutti li conosciamo, molto spesso dalla forma circolare e soprattutto colorati e di svariate forme tanto da attirare subito l’attenzione sulla porta del frigorifero da parte di ognuno di noi. Se sei come me, forse aggiungi costantemente magneti al tuo frigo, di sicuro è stato il mio primo mood board, su quel frigo, c’è la mia vita.

.

Creare Moodboard creativa per rinnovare l'immagine aziendale

Ma tornando al mood board, questa tendenza alla raccolta può concretamente aiutarti nella tua  progettazione.  Ci sono alcuni punti chiave però da tenere in considerazione, dal – formato che può essere realizzato digitalmente, oppure stampare  e  ritagliare immagini da attaccarli su una lavagna o su una bacheca; in genere, le mood board fisiche si sposano meglio con idee che riguardano la creazione di oggetti reali, dove è importante associare elementi da permettere la sensazione tattile al – layout, anche in questo caso  la disposizione delle immagini definisce lo stile del progetto.  Dobbiamo cercare di inserire tutti i contenuti su un unico foglio, selezionando solo le immagini migliori, scegliendo una composizione più lineare e formale, che trasmette precisione e cura dei dettagli, oppure considerare lo stile collage, che punta più sulle emozioni ed emana la sensazione di una cosa “hand made”. Infine ma non ultimo il colore, il colore gioca un ruolo di primaria importanza perché è il primo elemento che va a influenzare il look and feel del progetto. Oltre a selezionare dei campioni colore, anche le immagini che utilizzi devono mantenere le stesse tonalità.  È bene escludere immagini con colori diversi, anche se rappresentano lo stile che cerchi, al fine di non creare confusione.

Scegliere palette colori per eventi aziendali

Hai mai sentito parlare di Color psychology?

ll colore, se impiegato intelligentemente, può essere un fondamentale strumento nel campo del marketing e della pubblicità in genere. Secondo la psicologia del colore, per l’appunto, questo strumento è in grado di influenzare gli stati d’animo delle persone: ovviamente vale per grandi linee, nel quotidiano non è così semplice, perché i diversi fattori che determinano la nostra personalità potrebbero modificare il risultato che la concezione di un certo colore ha su di noi; è consigliabile non generalizzare, ma tenere sempre presente che questo strumento potrebbe giocare a nostro favore.

Color Psychology guida colori per aziende

Accosta le qualità del marchio ai contenuti

D’altra parte, le mood board possono includere cose che non vengono mai effettivamente mostrate nel progetto, ma sono state scelte perché rappresentano le qualità di un marchio o semplicemente illustrano un certo sentimento o una certa emozione. Puoi scegliere immagini che rappresentano il tuo marchio o che possono essere identificate come parte di esso. 

Fanne più di uno

È comune per i progettisti elaborare due o tre concetti diversi (o “comp”), abbreviazione di “layout completo”, per un progetto. Le mood board sono un ottimo modo per presentare una proposta di design: dall’ aspetto pulito, vintage-moderno con una tavolozza di colori caldi all’aspetto più retrò con forme  e curve, con una combinazione di colori tenui o ancora ad un aspetto più architettonico, con forme geometriche, linee rette e spigoli vivi e colori più decisi

Vai sempre alla fonte

Qualsiasi sia la tua idea, ci possono essere momenti in cui ti ispirerai all’estetica del design di una certa epoca: vittoriana, moderna della metà del secolo, ecc. vai alla fonte, cerca materiali originali dell’epoca come cartoline ed etichette per bagagli, che offrono grandi idee e soprattutto  abbina i colori.

Programmati

Organizzati sia che tu stia realizzando un selvaggio collage di brainstorming sia che tu stia pensando ad una struttura ordinata del progetto. Usa le tue idee per organizzare i diversi pezzi del tuo progetto e provare uno stile potenziale, come i diversi caratteri o una tavolozza di colori, ma anche modelli per elementi reali come pulsanti, icone, titoli e contenuti in evidenza. La cosa grandiosa con le mood board è che può essere utilizzato per organizzare le tue idee. Dai un’occhiata ai modelli  e come vengono utilizzati.

Aggiungi alcune spiegazioni

Un’immagine può dipingere mille parole, ma le parole stesse sono anche strumenti potenti. Usali per spiegare e / o migliorare la natura visiva della tua mood board. Brevi descrizioni, possono aiutare a chiarire qualsiasi informazione importante o compilare qualcosa che le immagini non comunicano o che non hai spazio per mostrare. Aggiungi note per aggiungere dettagli ed espandere idee…

Mescola e abbina

Può essere utile combinare i diversi strumenti a tua disposizione – come i loghi, le icone e le scelte di caratteri nella parte superiore centrale In questo modo, puoi facilmente abbinare l’aspetto degli elementi di design a cui ti sei già ispirato con lo stile generale che speri di ottenere. Aggiungi elementi grafici, come linee e forme, alle tue foto per creare trame interessanti per la tua mood board. 

Scegli uno stile

Scegliere uno stile univoco per il tuo design può darti un tema visivo su cui lavorare e rendere il tuo concept più accostato. 

Lavora su un tema

Un altro possibile approccio quando si lavora con un cliente è quello di creare una o più mood board basate su temi o qualità che la persona o l’azienda ha affermato di voler comunicare.

Coordinare e conquistare

Hai due progetti correlati che richiedono un aspetto coerente? La creazione di una mood board per ognuno, ti garantirà di rimanere sul marchio per entrambi. Ma questa tecnica ti consente anche di apportare lievi modifiche e determinare facilmente se le modifiche funzionano ancora con l’aspetto generale, soprattutto se ci stai lavorando contemporaneamente, fianco a fianco.

Consigli per la creazione di una moodboard accattivante

Concentrati su una cosa

Se creare un mood board per l’intero progetto è troppo impegnativo, prova a concentrarti su un elemento alla volta.  Scegli i colori che evocano oggetti che si legano al carattere del tuo progetto. Inizia con un singolo elemento di design, aggiungine uno alla volta e, prima di conoscerlo, avrai un mood board completo e sarai sulla buona strada per un piano di progettazione completamente sviluppato.

Non lasciarti sopraffare dalle idee. Inizia con una cosa, quindi creane uno nuovo per idee diverse.

Ricordati, un progetto, un’opera d’arte, un’invenzione, qualunque cosa tu voglia raccontare, lì c’è il tuo stile c’è la tua personalità …Presentare un moodboard è un’opportunità unica per far considerare il proprio gusto estetico, senza dire una parola. Ricordi l’importanza delle immagini? Perfetto, tienilo sempre a mente ,prenditi tutto il tempo di cui hai bisogno per scegliere immagini che siano indimenticabili e che riescano a creare un feedback positivo  con il cliente.